Vogliamo leggere!  

Gli alunni dell’Arrigo Bugiani di Follonica VOGLIONO LEGGERE e fanno un progetto con la Libreria Chiti della città.

Per la prima volta quest’anno l’Istituto Comprensivo Leopoldo II di Lorena di Follonica, con la classe IIIB che frequenta la Scuola Secondaria di Primo Grado Arrigo Bugiani, ha accolto l’Iniziativa Nazionale legata a Il Maggio dei Libri 2018 dal titolo “Vogliamo leggere” organizzata dalla Libreria Chiti venerdì 18 maggio alle ore 18:00.

Premio Poesia nella Settimana del Volontariato "Pensieri e Parole"

 

 

Il 4 Maggio 2018, presso la Sala Tirreno, alle ore 10.30, alla presenza del Sindaco Andrea Benini, del Presidente del Forum del Volontariato, Sig. Paolo Santini, del Sig. Francesco Di Marco, si è svolta la premiazione dell’ ottava edizione del concorso di poesia “Pensieri e parole”.

A tale manifestazione erano presenti gli alunni della I C, I E ed altri dalle classi I A, I B, I D, II C, III C, III D della Scuola Secondaria di primo grado “ A. Bugiani” che avevano raccolto, come ogni anno, la proposta del Forum, con il coordinamento della Prof. Rosa Della Porta. Il titolo delle loro poesie: io, adolescente.

Campionati Internazionali Giochi Matematici

Alunni della Bugiani tra i finalisti dei Campionati Internazionali di Giochi matematici 2018 organizzati Dall’Università Bocconi di Milano.

 

L’alunno Cappellini Filippo della Scuola Secondaria di Primo Grado “A. Bugiani”, Istituto Comprensivo “Leopoldo II di Lorena”, si è classificato al primo posto nella categoria C1 ed  è stato ammesso alla finale nazionale, che si terrà a Milano presso l'Università Bocconi, sabato 12 maggio.

Complimenti al nostro alunno che parteciperà a questa gara.  La finalissima internazionale è prevista a Parigi a fine agosto 2018.

Complimenti anche all'alunno Bua GianMattia della categoria C2, che pur essendosi qualificato terzo, non è rientrato nella finale nazionale

Per affrontare le prove non è necessaria la conoscenza  di nessuna formula o  teorema particolarmente impegnativo. Occorre invece una voglia matta di giocare, un pizzico di fantasia e quell'intuizione che fa capire che un problema apparentemente complicato è in realtà molto più semplice di come appare.